ottobre 8, 2017

Benessere e cura della donna

SETTE VOLTE DONNA
Il numero 7 nella Medicina Cinese, ricca di simbolismi legati ai numeri, scandisce i ritmi della vita della donna (il numero 8 della vita dell’uomo)
Ogni 7 anni, nella donna avvengono importanti cambiamenti che possono essere all’origine di buona salute, oppure di malattia
Se la donna acquisisce la giusta conoscenza e la necessaria consapevolezza di tali eventi può coltivare il proprio benessere e promuovere la propria salute
Se, al contrario, essa ignora alcuni segnali (o perché non li riconosce, o perché li sottovaluta) potrà soffrire di disfunzioni, malattie e infertilità
La Medicina Cinese prende per mano la donna, guidandola in una minuziosa e profonda conoscenza di sé, per il proprio benessere, mediante l’ascolto e l’osservazione del proprio corpo e lo fa seguendo la cadenza di 7 periodi di 7 anni, da cui nasce l’espressione “7 volte donna”
I primi 7 settennati (7×7=49) portano dall’infanzia fino all’inizio della menopausa, mentre i secondi 7 settennati conducono all’età di 98 anni, che simboleggia quel traguardo di “grande vecchiaia” a cui è possibile e doveroso tendere in salute

benessere donna dott Grassi daniele urologo agopuntore

LE TRE OPPORTUNITA’ D’ORO
Vi sono poi nella vita della donna tre momenti così delicati e importanti da essere descritti, in Medicina Cinese, come “Le Tre Opportunità d’Oro”. Si tratta di momenti di grande transizione, in cui entrano in gioco potenti flussi di energia ed essenze assai preziose. In questi momenti, l’adozione di giuste scelte per la salute e la consapevole attenzione ai segnali che il corpo invia, possono determinare il futuro di benessere o di malattia. Le Tre Opportunità d’Oro che la donna ha per promuovere la propria salute (oppure per porre le basi per future malattie) sono: (1) l’arrivo delle prime mestruazioni (menarca) e gli anni seguenti, (2) i primi 30-40 giorni dopo il parto (post-partum), (3) l’inizio della menopausa

La Medicina Cinese ha posto da sempre una grande attenzione alla salute della Donna. La si può considerare a tutti gli effetti una “Medicina di genere” ante litteram, e questo le conferisce un ulteriore elemento di grande modernità.
Tramite un approccio Medico integrato è possibile compiere interventi di prevenzione e cura personalizzati.

I primi 7 cicli di 7 anni possono essere messi in relazione anche con i 5 elementi: legno, fuoco, terra, metallo, acqua

Le funzioni dei 5 elementi sono in relazione FISIOLOGICA dinamica fra loro attraverso la GENERAZIONE e la dominazione
La sequenza di generazione è la ripetizione di ciò che accade in natura: il Legno brucia e genera il Fuoco, le cui ceneri si decompongono in Terra, nel cui seno nasce e si compone il Metallo2/1, che disciolto annuncia l’Acqua, elemento che a sua volta genera e nutre il Legno2/2.
2/1 Il riferimento principale è al mercurio, metallo prezioso, legato all’energia dell’Acqua, che egli prefigura nel suo stato fluido.
2/2 Le piante possono – in idrocoltura – vivere senza terra, mai senza acqua.


Cosa accade: é la fase del legno, una fase di crescita rapida e tumultuosa. L’attivazione dell’ipofisi, la comparsa dei peli, lo sviluppo del seno, le fluttuazioni emotive parlano di pubertà.
Cosa fare: avere grande attenzione per la delicata sensibilità, proteggere dagli spaventi (che danneggiano l’energia di sviluppo del rene, propria di questa fase), adottare sani stili di vita (movimento sì, ma identificando quello più idoneo in base alla costituzione individuale) e individuare già uno “stile alimentare” (individuare già le bambine con segni di deficit di energia e quelle con tendenza all’accumulo e alla stasi e differenziare le scelte alimentari).
Cosa accade: é questa la fase del fuoco, una fase molto dinamica, con una forte emozionalità, talvolta esuberante e quasi incontrollabile. Compaiono le mestruazioni, indicate nella tradizione Daoista come “Il Dragone Rosso” che, al suo primo arrivo, può causare grande scompiglio. Questa è la prima delle Tre Opportunità d’Oro: anomalie dei cicli mestruali nei primi anni, in particolare la presenza di eccessivo dolore (dismenorrea primaria o algo-dismenorrea), potranno avere conseguenze molto pesanti per tutta la vita della donna e per la fertilità
Cosa fare: attento counseling su cosa è consigliato, sconsigliato, proibito durante le mestruazioni. Precoce identificazione delle possibili alterazioni del ciclo (fase ovulatoria, fase mestruale), pronto inizio degli idonei trattamenti correttivi (agopuntura, moxibustione, dieta) e prevenzione primaria dell’endometriosi e della Sindrome dell’Ovaio Policistico. L’adozione di un corretto stile alimentare sarà individualizzato in relazione alla costituzione e all’andamento dei cicli mestruali.
Cosa accade: inizia qui la fase della terra, che si estenderà anche al successivo settennato (fino a 34 anni). Dall’estrema esuberanza e mutevolezza del fuoco, si entra nella centratura sulla terra. Radicata sulla terra (quindi capace di generare e nutrire), la donna è anche protesa verso il cielo: ella fa da tramite tra l’universo (che governa con le sue leggi la vita sulla terra) e la terra stessa (che genera e nutre la vita). Inizia qui il picco di massima vitalità, ed è anche il momento di creare legami. Nella Medicina Cinese classica (non vi erano validi strumenti di contraccezione) questa era considerata l’età giusta per iniziare ad avere rapporti sessuali: si pensava, infatti, che per la gravidanza e il parto fosse necessario raggiungere livelli di sviluppo e maturità superiori alla pura capacità biologica di procreare, che poteva iniziare anche prima di quest’età. La terra indica anche una centratura interiore della donna che si rafforza per compiere più consapevolmente la scelta dei partners con cui unirsi.
Cosa fare: prosegue un’attenta osservazione sulla regolarità dei cicli mestruali. Eventuali irregolarità (di ritmo, di durata, di quantità), o mestruazioni particolarmente dolorose vengono identificate e trattate (agopuntura, moxibustione, fitoterapia, dieta). Prosegue la prevenzione primaria dell’endometriosi e della sindrome dell’ovaio policistico. Qualora presenti, queste malattie vengono attivamente trattate. In caso di gravidanze: eventuali trattamenti di agopuntura e moxibustione durante la gestazione, il postpartum, l’allattamento (vedi oltre).
Cosa accade: prosegue la fase della terra che qui ha il suo picco massimo e che si concluderà al termine di questo ciclo. Il corpo della donna raggiunge il suo massimo sviluppo fisiologico. Il potere della terra è ancora più forte e radicato e così pure la capacità di generare e nutrire: sono anni dedicati a generare e nutrire la vita. Sono questi anni in cui la donna può vivere più gravidanze. Oltre a generare la vita, nutre la prole e cura la famiglia. Secondo la Medicina Cinese classica è in questo periodo che la donna dà alla luce i figli più sani e robusti, proprio perché generati nella fase di massima espansione della terra.
Cosa fare: se vi sono gravidanze, si pongono in essere i trattamenti di prevenzione e di cura sia per la madre, sia per il feto. “Bao Tai” significa “nutrire ed educare il feto”: si tratta di un insieme di regole che la madre segue affinché la crescita del feto avvenga nella maniera migliore. Esse comprendono indicazioni su attività consigliate, sconsigliate, proibite, e considerazioni sugli effetti di cibo ed emozioni “ingeriti” dalla madre. Il periodo che segue il parto (post-partum) rappresenta la seconda Opportunità d’Oro: nei 30-40 giorni che seguono il parto si dettano severe regole per garantire il pieno recupero delle forze della madre. Vengono accuratamente descritti tempi e modalità di riposo (con astensione assoluta da ogni sforzo fisico), schemi alimentari consigliati per ripristinare l’energia, il sangue e la quint’essenza (jing) della madre (compreso il consumo di cibi dall’elevato potere nutritivo, che oggi si chiamerebbero “super-foods”), modalità per l’igiene generale, per l’igiene intima, per l’allattamento, per ridare tono ed elasticità precocemente e in maniera ottimale ai tessuti vaginali e addominali, ai muscoli pelvici. Inopportuni affaticamenti durante il post-partum possono danneggiare la quintessenza (jing) della donna favorendo il possibile sviluppo di malattie, la difficoltà o impossibilità ad avere future gravidanze, l’invecchiamento precoce.
Se in questo periodo c’è, invece, una ricerca infruttuosa di gravidanza, è il momento di porre in essere i trattamenti per il sostegno alla fertilità e la cura dell’infertilità (possibili interventi anche sul partner maschile). Se la donna intraprende un percorso di PMA (Procreazione Medicalmente Assistita), l’agopuntura, la moxibustione, la fitoterapia possono essere efficacemente integrate nei vari protocolli di PMA
Se ci sono irregolarità mestruali, disfunzioni o malattie (mestruazioni dolorose, eccessive perdite vaginali, cefalea collegata alle mestruazioni, endometriosi, sindrome dell’ovaio policistico) prosegue il trattamento attivo e la prevenzione (secondaria e terziaria).
Cosa accade: conclusi i 14 anni della terra, si entra nella fase del metallo che durerà fino all’età di 48 anni. Il metallo indica la capacità di riflessione interiore, di valorizzazione delle proprie doti, dell’assunzione della piena consapevolezza del proprio ruolo in famiglia, sul lavoro, della propria importanza sociale. E’ un momento di forte “empowerment”, in cui cioè la donna sente e vive la sua piena potenza. Con il metallo sono forgiate le armi che possono servire per difendersi e per affermarsi. Tuttavia, è questa anche la fase in cui la quintessenza vitale (jing), se non protetta e reintegrata, comincia a declinare, portando alla comparsa dei cambiamenti legati all’invecchiamento: pelle (tono, elasticità, idratazione, lucentezza), occhi (“luce”), seno, genitali, peli, capelli, unghie. Il declino del jing inizia e si sviluppa in maniera estremamente variabile da donna a donna ed è in relazione alla costituzione individuale, agli stili di vita (ore di sonno, affaticamento/riposo, uso/abuso di alcool, tabacco, sostanze chimiche), all’attività lavorativa (sedentaria, fisica moderata/strenua, in piedi/seduta, al caldo/al freddo, di giorno/di notte, etc..), alla dieta (quantità, qualità dei cibi, orario dei pasti nella giornata), al numero di gravidanze e alla loro successione temporale (età della madre alle gravidanze, ravvicinate/distanziate), all’osservanza o meno delle accortezze nel periodo del post-partum (seconda opportunità d’oro). Il declino del Jing della Medicina Cinese corrisponde alle prime variazioni ormonali della Biomedicina (Es: dimezzamento dell’ormone antimulleriano – AMH da 4.2 ng/ml all’età di 25 anni a 2.1 ng/ml a 35 anni, indicatore della riserva ovarica, e quindi della potenziale fertilità della donna). Per alcune donne la menopausa può arrivare precocemente già ora.
Cosa fare: è questo il momento migliore per porre le basi per una “sana” menopausa, attraverso l’adozione di una dieta e di stili di vita in grado di reintegrare il Jing (la“quintessenza”). Praticando regolarmente agopuntura e Moxibustione su alcuni punti delle gambe sotto al ginocchio (canale Yang Ming) si può posporre la menopausa, ridurne grandemente i sintomi e ridurre la necessità di effettuare una terapia ormonale sostitutiva. La ricca fitoterapia cinese mette a disposizione formule di tonificazione basate su Ginseng (in particolare il Ginseng Americano – Panax quinquefolius – Xi Yang Shen), Schisandra (Schisandra chinensis – Wu Wei Zi), Poligono (Poligonum cuspidatum – He Shou Wu), Cuscuta (Cuscuta – Tu Si Zi), Angelica (Angelica sinensis – Dang Gui), Astragalo (Astragalus – Huang Qi). Se presenti, si trattano i disturbi genitourinari: vaginiti recidivanti, cistiti ricorrenti, leucorrea (leuco-xantorrea), si tratta la cefalea catameniale (legata alle mestruazioni).
Cosa accade: prosegue e si conclude la fase del metallo. E’ qui dove la vera natura di ogni donna, e le sue scelte di vita si manifestano pienamente. Un detto riguardante la pratica Cinese della Lettura del Volto recita: ”Fino a 40 anni la tua faccia racconta cosa hai avuto in eredità dai tuoi genitori, solo dopo i 40 anni è la tua vera faccia”. Dopo i 40 anni di età, la nostra faccia inizia a narrare la storia dei progetti, dei sentimenti, dell’emozioni, dei pensieri che abbiamo coltivato dentro di noi fino ad allora, narra le nostre battaglie, le nostre ferite e mostra le nostre forze e le nostre debolezze interiori. Qui molte donne vivono alcuni cambiamenti legati al “climaterio”, quel periodo che precede la menopausa, e che può poi avere una durata variabile fino a 10-15 anni. Durante questo tempo si verifica un’importante variazione ormonale: il corpo femminile produce sempre meno estrogeni, il ciclo mestruale diviene irregolare, fino a cessare completamente. Dopo 12 mesi consecutivi di amenorrea (scomparsa delle mestruazioni) si parla di “menopausa”.
Cosa fare: per non consumare troppo velocemente le riserve di jing (quintessenza), si evitano gli strenui sforzi fisici, e le condotte eccessivamente stancanti. E’ necessario, tuttavia, anche praticare una regolare attività fisica per mantenere forza, mobilità, flessibilità. Secondo la Medicina Cinese in questo periodo: l’energia del rene e di milza/stomaco diminuiscono, mentre quella del fegato tende a divenire eccessiva in relazione alla flessione degli altri organi. E’ al fegato in eccesso che sono riconducibili i sintomi più disturbanti del climaterio e della menopausa: vampate, sudorazioni notturne, insonnia, irritabilità. Con l’agopuntura in questa fase si rinforzano rene, milza/stomaco e si sottomette l’eccesso del fegato. Estremamente importanti le scelte alimentari per sostenere rene e milza/stomaco e per non promuovere un ulteriore esubero del fegato.
Sono questi i sette anni dell’acqua, che esprime profondità, saggezza e capacità di lasciarsi andare
Cosa accade: per la maggior delle donne inizia la menopausa, anche se per alcune le mestruazioni possono continuare fino a 60 anni. La flessione del jing (quintessenza) del rene diviene più evidente e possono comparire secchezza e sintomi vasomotori, come le vampate di calore. La terza “opportunità d’oro” si presenta in questa fase: eventuali deficit (rene, milza/stomaco), ed eventuali eccessi (fegato) devono essere riequilibrati ora. Il farlo porterà in dono una menopausa senza grandi disturbi, mentre il non farlo potrà fare peggiorare le disfunzioni caratteristiche di quest’età. La Medicina Cinese dice a questo proposito che se il fegato rimane sbilanciato in eccesso, la menopausa ha le caratteristiche di un eterna sindrome premestruale: irritabilità, rabbia, depressione, sbalzi d’umore, inquietudine. La menopausa viene chiamata la “Seconda Primavera”: a 56 anni parte un altro ciclo di 7 in cui la donna non ha più il grande dono, ma anche il pesante fardello di dare la vita, e può dedicarsi a coltivare maggiormente sé stessa, la propria spiritualità, i propri doni di intuizione e connessione
Cosa fare: si continua a sottomettere gli eccessi di fegato, ma diviene sempre più importante sostenere la funzione di milza/stomaco. Si utilizzano anche tonici del jing (quintessenza) come il Cordyceps (Cordyceps sinensis – DongChongXiaCao). Si compie il trattamento dei disturbi della menopausa, e la prevenzione secondaria e terziaria delle sue complicanze.